traimieiparadossi
-Scusa se non ti ho richiamato.
-Non importa.
Sembrò scocciato.
-Quante volte hai detto ‘non importa’ nella tua vita?
-Non lo so, che ti frega?
-Non lo so. A te frega?
-Cosa?
-Non ti importa sul serio?
-Nessuno me l’aveva mai domandato prima.
-Quindi ti importa.
-Non ho detto questo.
-Però ti importa.
Alzai gli occhi al cielo.
-È importante per te?
-Sì lo è.
-Perché?
-Perché dici che non ti importa, quando invece ti importa.
-A te comunque non importerebbe.
-Ma a te sì, allora perché non lo dici?
-Tu non capisci.
-Oh, capisco benissimo. Ti importa che io non ti abbia richiamata. Perché non mi urli che sono uno stronzo?
-Non penso tu sia stronzo.
-Non avresti detto che non t’importa altrimenti.
-Vuoi che ti ferisca dicendoti che sei uno stronzo?
-Continui a ferire te stessa dicendo che non ti importa quando chiaramente non è così, non è peggio?
-Perché mi stai dicendo questo?
-Perché continui a prenderti la responsabilità di tutto, ti distruggi invece di distruggere, non ti sopporto.
-Non mi sopporti?
-No. Per niente. Vorrei che tu mi facessi sentire una merda per non averti richiamata, invece stai lì e dici che non ti importa, quasi come se fosse colpa tua.
-E lo è?
-Cosa?
-Colpa mia. Lo è?
-No.
-Allora sei uno stronzo.
Sorrise.
Manuela G. (via rivoluzionaria)